Teiere Fumanti

Uno dei piccoli trucchetti che ho imparato iniziando a sorseggiare il nettare  sprigionato dalla Camelia Sinensis con un po’ più di cura è stato l’importanza di preriscaldare la teiera.
Le sperimentazioni e gli esercizi pigri di misurazioni della temperatura che svolgo mentre aspetto che il tè sia pronto ogni tanto col mio fido termometro alimentare mi hanno portato a stimare che con la mia teierina da 330ml l’escursione termica tra pentolino e teiera può oscillare tra i 10 e i 20 gradi.
Certo, nulla che non si possa rimediare riscaldando più del dovuto l’acqua per controbilanciare… Ma come metterla quando vi sono tè che richiedono alte temperature (>80°)? Seppure dovrei giocare a fare un po’ di ulteriori confronti, io ritengo inoltre che un tè che richieda 70° di acqua, soffra in modo deleterio versandoci sopra acqua a 85°-90°, seppure per pochi secondi.
Quando stavo a Roma, la tecnica che implementavamo tra Teinomani era quella di riempire la teiera di acqua calda di rubinetto mentre avviavamo il bollitore. L’acqua, che sarà stata di una sessantina di gradi, restava dentro quasi fino all’ultimo momento per non permettere alla teiera di raffreddarsi.
Qui a Napoli invece sono stato incuriosito da un metodo più efficente (a mio avviso) praticato da un coinquilino, detto “delellis”, che invece versava l’acqua del pentolino deputato (non abbiamo bollitore, ma il gas è iperveloce) poco prima che raggiungesse la temperatura richiesta nella teiera, scaldandola, riversandola poi nel pentolino per far raggiungere nuovamente la temperatura. Ovviamente vi è un po’ dispersione termica ma, essendo che l’acqua versata è a una temperatura parecchio superiore di rubinetto ed essendo che l’infusione viene effettata poche decine di secondi dopo, il metodo si dimostra parecchio efficente e pratico.
E voi avete fatto esperimenti con le temperature dell’acqua? Avete dei consigli? Che metodi alternativi usano gli altri teinomani?
Ovviamente se avete la fortuna di avere una teiera di ghisa, tutto cambia!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *